domenica 19 maggio 2013

LAVENDERBIRDS

 
Buona domenica a tutte
 
 
Oggi pioggia incessante e poca voglia di lavorare. Accendere la stufa ancora una volta, uffa!!! Poi inaspettatamente dopo pranzo un bellissimo sole e allora mi sono messa subito a fare degli esperimenti con i stencil sul tessuto per creare dei sacchettini alla lavanda con il nuovissimo nastro di lino in colore lilla.
 
 
 
 
Veramente non si tratta di una striscia ma di un tubo. Basta tagliare dei pezzi da 15 cm, cucire solo il fondo e sfilare il bordo superiore. Una volta riempito con la lavanda e decorato con dei nastri di lino e foglioline, il profumino riempiva tutta la stanza.



Il lavoro era abbastanza veloce e allora mi sono divertita a tagliare e stampare delle targhette da attaccare alla busta di celofan.


 
E' possibile acquistare i materiali singoli o il kit completo
 
 


domenica 5 maggio 2013

IL MIO LABORATORIO

Carissime creative
Oggi avevo in programma di girare il video per il corso on-line del porta-orecchini perchè c'era mia figlia per darmi una mano. Allora piena di energia alle nove del mattino sono andata nel laboratorio per mettere un pò a posto. Mica posso fare vedere il casino che c'e. Ma come al solito si sa quando si comincia ma non si sa quando si finisce. Ho pulito come una furia per ore e ore e alle 17.00 ho gettata la spugna. Non perchè avevo finito ma perchè ero stanca morta e avrò pulito soltanto a metà.

Domani devo preparare diversi ordini che ho ricevuto e poi proverò a girare il video da sola. Sarà un pò complicato con le inquadrature perchè devo muovermi tra la macchina da cucire, il tavolo e il ferro da stiro. Se non ci riesco da sola devo aspettare il venerdì che torni mia figlia dal convitto.

Ho spostato anche i mobili per fare più spazio, ho buttato fuori uno scaffale che
 era troppo ingombrante e che pesava tantissimo e ho aggiunto dei ripiani che ho subito riempiti.

Prendo l'occasione per farvi vedere dove le mie idee creative prendono forma. Le mie macchine da cucire sono della Pfaff. Tutte e due le macchine hanno il ricamatore che uso quasi esclusivamente per ricamare dei nomi su tovagliette, bavaglini ect.


La taglia-cuce è della Brother. Va benissimo, pensate che l'ho comprata tantisssimi anni fa quando frequentavo la scuola per stilisti.


Sono sicura che tante di voi hanno subito riconosciuta la Big shot che è ottima per tagliare il feltro. Ho decorato cuori in vimini, legno e corteccia usando la mascherina con le foglioline.
La taglia-cuce della Pfaff la uso per fare la doppia ribattitura degli orli senza tagliare via il tessuto. Si tratta di due cuciture lineari paralleli all'esterno mentre all'interno del tessuto c'è la cucitura tipica della taglia-cuce. Si usa per tessuti elastici come felpe e maglie.



Questa macchina molto ingombrante è una pressa per fissare Swarovski e borchie e altri materiali termoadesivi. Ci sono diverse dimensioni di piattaforma disponibili. Questa piccolina la uso per stirare il marchio sulle giacche del pattinaggio artistico. Si riscalda a 170° e gli Svarovski sono fissati in solo 20 secondi.

La macchina della Juki invece è una taglia-cuce industriale con il ram. Il ram arriccia il tessuto con un elastico che viene tirato dentro insieme alla cucitura. La ricchezza dell'arricciatura è regolabile.
              

Infine vi faccio vedere un'anteprima dei nuovi nastri in lino grezzo e nero e un ricamo che troverete in uno dei prossimi libretti per punto croce dedicato al Shabby chic tutto in nero.

Auguro una buona serata a tutte
MARGIT


blog da curiosare

Translate

Visualizzazioni di pagine: ultimo mese